giovedì 31 maggio 2012

RADICETONDA


DOVE: via Lazzaro Spallanzani, 16 – Porta Venezia, tel. 0236737924

QUANTO: a partire da 7 euro

PER: salutisti

DA PROVARE: una delle zuppe del giorno


Ci sono dei giorni in cui sento proprio bisogno di mangiare sano. Vorrei delle verdurine bollite, un minestrone o del riso bianco da condire solo con un filo d’olio. A dirla tutta vorrei starmene a casa, servita e riverita dalla mamma, invece sono in ufficio.
In quei giorni Radicetonda è il posto perfetto.
Se anche voi vi sentite così, scendete a Porta Venezia e svoltate l’angolo di via Melzo, fatevi coccolare dai colori chiari degli interni, dalle travi in legno e dai biomateriali. Anche la gentilezza e la lentezza del proprietario vi riconcilieranno con la madre terra.
I vostri respiri si faranno più leggeri e lo stomaco più sgonfio. E se la temperatura esterna non supera i 15 gradi è proprio il momento giusto per una zuppa del giorno (7 euro).
Quando ci sono stata la scelta era tra carota, rosmarino e arancia, piselli e spinaci, taccole e zucchine. Il proprietario vi mostrerà la zuppa dal mestolo e sebbene molte abbiano lo stesso colore (verde-marrone), vi assicuro che il sapore è ben diverso e riconoscibile.
Questo grazie a ingredienti freschissimi, biologici e rigorosamente di stagione (sui tavoli potrete trovare anche una sorta di calendario del contadino/ricettario del vegano che per spessore può essere paragonato alla Bibbia).
240 zuppe all’anno, ottenute con una preparazione accurata, una cottura innovativa (non ricordo più in cosa consisteva la novità!) e l’aggiunta di olio extra-vergine d’oliva a crudo.
Il vostro corpo vi ringrazierà, e anche i vostri amici vegani che di solito costringete a pranzi dietetici a base di insalata verde.

Se l’estate è già vicina e la zuppa non vi invoglia potrete scegliere tra tante verdurine (caponata, fagiolini, peperoni, coste, ecc.) da abbinare a seitan, tofu, o al riso integrale. Ok, detta così non sembra il massimo, però vi assicuro che erano davvero buone (tolti gli spaghetti di riso che non volevo, ma non ho avuto cuore di rifiutare!).
Quasi vi scorderete di essere in un ristorante vegano, perché il cibo è davvero gustoso.
Visto che ormai vi state purificando, perché non osare del tutto e accompagnate il vostro piatto con una tisana biologica (1,50)? Poi potrete sempre bilanciare con una torta. La vetrinetta ne mostra davvero di bellissime. Il punto è saranno anche buone? Quanto può essere golosa una torta senza latte, senza burro e senza uova, una senzatorta? Io ero piena, quindi non proverò a rispondere, ma prima o poi tornerò per una merenda visto che il locale è aperto dalle 11 alle 22.

8 commenti:

  1. I dolci nonostante siano senza tutto sono buoni: io ho provato il tiramisù e sono rimasto sbalordito

    RispondiElimina
  2. io ho mangiato la torta al cioccolato e pere ed era davvero buona! sicuramente non una non-torta!

    RispondiElimina
  3. Non è che il cibo era buono ANCHE SE vegan, il cibo semmai è buono PERCHÈ è vegan! Non ho mai mangiato meglio da quando sono vegan...è tutto buonissimo (tranne quando le persone non sanno cucinare, of course, ma quello capita anche con i piatti con derivati animali).

    RispondiElimina
  4. Ok, io sono fan-biologica....però come cucinano Vegan da radice tonda è inimmaginabile per chi è bastian contrario!Dolci squisiti, zuppe profumate e verdure stufate ottimamente...Io sono di Treviso, ma quando vengo a Milano vado solo lì.

    RispondiElimina
  5. Io sono la parte allergica di questo blog, e quasi ogni cosa venduta da radicetonda mi è propibita. Ma agli altri no, e tra noi c'è anche una grande amante dei vegetali che ama molto Radicetonda (e che, non ha caso, ha recensito :))

    RispondiElimina
  6. ma si può andare anche a cena?
    grazie!

    RispondiElimina