giovedì 8 marzo 2012

TRATTORIA SABBIONEDA

DOVE: Via Alessandro Tadino, 32 (mm Lima, mm Porta Venezia), tel. 0229521014

QUANTO: primi 6-10 euro, secondi 4-12 euro, contorni a partire da 2 euro.

PER: una pausa pranzo sacrosanta 

DA PROVARE: Fettuccine alla casalinga, coniglio alla ligure, brasato con polenta, ossobuco, eccetera. 

Innanzitutto: auguri a Gerardo. Così recita il menù di oggi, che è sempre un menù del giorno, nel senso che lo stampano quotidianamente e con tanto amore, ma spessissimo l'unica differenza rispetto al giorno precedente è il santo da festeggiare.

Poi: benvenuti da Sabbioneda! Luogo di mangiate e celebrità. Non lasciatevi intimidire dall'apparente rudezza della proprietaria: non è cattiva, è decisa, come tutti i suoi piatti. E non dimenticate di dare un'occhiata alla cucina, che troverete in fondo alla seconda sala, dritti davanti a voi. Il cuoco è un Hulk Hogan ancora in perfetta forma, fiero della sua Harley e amante di un'America che non c'è più, fatta di aquile, indiani, enormi arazzi di cuoio e raduni di bikers. Cosa da veri duri, capito hipsterini dell'Isola?

Sabbioneda: noi ci andiamo quando abbiamo una gran fame, e quando ci va di festeggiare qualcosa. E anche quando non sappiamo dove altro andare, quando il blocchetto dei buoni è intonso, quando fuori fa freddo, ma anche quando farà più caldo. Perché un paio di volte al mese non si scappa, non si può stare troppo tempo lontani dai finti mattoni in carta adesiva incollati alla parete, dai quadri, dalle cornici con le foto dei vip. Sì, perché in pausa pranzo, da Sabbioneda trovi anche chi in pausa pranzo non ci va. Oggi, per esempio, un bellissimo cocker bianco anticipava una Victoria Cabello in tutta la sciatteria dei giorni comuni. Qualche tempo fa un gentile Capossela pranzava nella terza sala del locale, area che noi chiamiamo privè o sgabuzzino. E le succitate foto parlano chiaro: Ivana Spagna, Cristiano Malgioglio, Cordoba e chissà chi altro. 

Che dite, parliamo di cucina? Mangiate le fettuccine. Le porzioni di pasta sono titaniche. Mangiate i tortiglioni al ragù. Mangiate quello che vi pare è tutto buono. Vi vanno i maccheroni alle polpette? E allora sganciate un deca e scrofate (è l'unico primo che costa dieci euro, ok braccine corte?). Brasatino? Servito. Polpettone? Mica male. Ecco, i contorni potrebbero magari essere un poco più abbondanti (la porzione di fagiolini che oggi ci è arrivata in tavola probabilmente era per un elfo della sala accanto) e la costata con l'osso è buona ma non da sbavare. Però stiamo parlando di una pausa pranzo a Milano, mica del mondo dei sogni. Vi alzerete sazi e felici, promesso. 

Ecco, la cassa è un tasto dolente. La signora ha l'ansia da prestazione da buono pasto. Ve li fa staccare e fa un gran casino, però si mostra disinvolta. E poi divulga informazioni false del tipo: alzeranno tutti i buoni pasto! Ma in che senso? E lei, sì, li alzeranno: quelli da sette euro sono diventati da dieci. Va a capire cosa vuole dirci, forse ci sta aiutando in qualche modo. Questa signora bionda quasi anziana, bella, pasciuta, e un po' fuori dal mondo: non ha mai sentito parlare di scontrini, almeno in nostra presenza.

Andate da Sabbioneda. Se ve ne pentirete, prendetevela con loro (auguri).


8 commenti:

  1. Buonissima, la Sabbioneda. Tra l'altro ci si incontra pure Malgioglio col ciuffo impeccabile e Ivana Spagna ottantenne.

    RispondiElimina
  2. Indovinate chi fu.

    RispondiElimina
  3. Una della mie trattorie preferite e confermo l'avvistamento di Malgioglio e Spagna nel privé

    RispondiElimina
  4. Per me Sabbioneda è sinonimo di pomeriggio inoperoso però...

    RispondiElimina
  5. Il pomeriggio dopo Sabbioneda è durissimo infatti.
    Ma ne vale la pena :)

    RispondiElimina
  6. consigliatissima non solo per la pausa pranzo, ma anche per la cena. i prezzi rimangono quasi gli stessi ed è accessibile a tutti portafogli (primi da 6 euro per ravioloni fatti in casa). simpatia massima per la sciura bionda, un angolo della campagna mantovana si è davvero fermato qui!
    (rosico per l'avvistamento di Vinicio, ancheioancheio!)

    RispondiElimina